Cerca
  • Francesca Togni

Caro Imprenditore...ecco come avere un Team efficace

Avere un team motivato, carico, efficace nei risultati ed efficiente nei processi lavorativi è, diciamocelo, il sogno di ogni imprenditore. Purtroppo però spesso la realtà è tutt’altro che questa; spesso ci si accorge che i nostri collaboratori sono spenti, svogliati, che lavorano esclusivamente per lo stipendio a fine mese e questo ci butta giù perché non sappiamo come gestirli. A buon bisogno, sono persone che abbiamo in azienda da molto tempo e non sappiamo proprio come mandarle via o come modificare il loro operato.

Ti dico una cosa: se vuoi che i tuoi collaboratori cambino per prima cosa devi cambiare tu! Tu sei la guida della tua azienda e molto probabilmente se il tuo personale è scarico è perché il primo ad essere giù di tono sei proprio tu.

L’imprenditore influenza direttamente il clima aziendale, è lui che deve far sì che i suoi dipendenti si sentano bene, crescano e possano fare la differenza. Se l’imprenditore è scoraggiato, stanco, scarico emotivamente e psicologicamente come potranno sentirsi motivati i suoi dipendenti?

Gli imprenditori che guidano aziende di successo hanno in comune un’importante caratteristica: hanno capito che la prima regola per avere un gruppo di persone motivate è di essere i primi a motivarsi e per fare ciò hanno costruito un programma di formazione e crescita personale-professionale che seguono scrupolosamente.


Una volta modificata la “testa” dell’azienda allora possiamo mettere il focus sui collaboratori.

Ecco le azioni da fare per tenere sempre alta la motivazione del personale:

1. Dai sempre un feedback del lavoro svolto. Il feedback è il processo attraverso il quale si forniscono informazioni di ritorno derivanti dal un comportamento o una azione. Gli esseri umani desiderano ardentemente avere un riscontro alle loro azioni. È una caratteristica innata nel genere umano. Nel farlo però, concentrati maggiormente sugli aspetti positivi, riconoscendo i meriti e l’impegno del tuo dipendente.

2. Dai fiducia. Dare fiducia ai collaboratori significa essere disposti ad accettare eventuali errori, anche se questi possono determinare una perdita economica. Se sei disposto a far sbagliare, il collaboratore si assume una maggiore responsabilità. Sbagliando il collaboratore cresce.

3. Impara ad essere di esempio. In un momento di incertezza come quello in cui viviamo le persone sono alla continua ricerca di esempi da seguire, sono alla ricerca di qualcuno che ha già fatto quella esperienza, l’ha fatta bene e ha vinto. Niente è più motivante che un esempio concreto di successo alla portata di mano.

4. Dì sempre la verità. Se nascondi qualcosa ai tuoi collaboratori prima o poi si accorgeranno che non sei sincero e penseranno al peggio. Se ne accorgeranno dall’espressione del tuo viso, da come cammini, da come stai seduto sulla sedia e da tantissimi altri piccoli segnali di comunicazione non verbale. Meglio è comunicare sempre le informazioni anche quando sono negative.

5. Non perdere mai di vista il risultato. Concentrati sui risultati. Conquisterai sempre ciò per cui ti impegni intensamente. Se ti concentri soltanto sulle attività otterrai un mucchio di attività, ma se ti focalizzi sui risultati, allora otterrai un mucchio di risultati.

6. Impara a sperimentare e spingi a far sperimentare. Per quanto possa sembrare difficile incoraggiare le persone a cambiare, bisogna sempre provarci perché in fondo tutti amano sperimentare. Quindi testa e prova nuove cose e spingi a testare e provare nuove cose per scoprire cosa funziona per i dipendenti, gli affari e gli acquirenti.


Infine, ricorda di chiederti sempre per quale motivo i tuoi collaboratori si alzano la mattina e vengono a lavorare nella tua azienda. E’ per il salario o per la voglia di ottenere la loro vittoria personale? Sicuramente c’è anche il salario ma alla base di tutto c’è sempre il desiderio di realizzare i propri sogni. Se questo è per te un dato di fatto, ti impegnerai a motivarli facendo sì che loro nella tua azienda possano vincere e sentirsi realizzati e ciò li renderà efficaci e produttivi come mai prima.

Ricordati però che il motore sei tu, e se vuoi che le cose cambino il primo a cambiare devi essere tu!

76 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti